Ente per il Turismodella Contea di Vukovar e della Sirmia

   

Il patrimonio etnografico

Per bene culturale immateriale intendiamo varie forme e manifestazioni di creatività intellettuale e spirituale che si tramandano oralmente o in altro mondo di generazione in generazione. Eccone alcuni esempi:

  • la lingua, i dialetti, le parlate e la toponimica, oltre alla tradizione letteraria orale in tutte le sue forme,
  • la creatività folcloristica nel campo della musica, del ballo, delle tradizioni, dei giochi, dei riti, come anche ogni valore popolare della tradizione,
  • i mestieri e l’artigianato espressi dalla tradizione.

La tutela dei beni culturali immateriali viene fatta non solo attraverso la custodia dei documenti scritti che ne sono testimonianza, ma anche stimolandone la trasmissione e la tutela soprattutto, ma non solo, negli ambienti originali.

La qualità di bene culturale, in base a una valutazione specialistica e alla proposta della Commissione per il patrimonio culturale immateriale, viene accertata dal Ministero della Cultura per decreto.

La lista dei beni culturali immateriali del territorio della Contea di Vukovar e della Sirmia comprende (in ordine alfabetico):

  • il bećarac – canto vocale e strumentale diffuso nelle regioni Slavonia, Baranja e Sirmia
  • i canti liturgici popolari nelle regioni della Slavonia e della Sirmia
  • le vecchie canzoni nate nelle città della Slavonia, Baranja e Sirmia
  • la tradizionale produzione dei salumi kulen e kulin  
  • il corteo primaverile delle filipovčice (Komletinci)
  • lo svatovac – tradizionale canto vocale e strumentale di Slavonia, Baranja e Sirmia
  • Šetana kola, una ridda tipica della Slavonia
  • la lavorazione artigianale della lana e dei capi d’abbigliamento della tradizione, prodotti dalla bottega della fam. Čolakovac di Gradište (Županja)  
  • i copricapo tradizionali degli Šokci della Slavonia e della Sirmia, prodotti artigianalmente dalla bottega di Stanko Ištoković di Ivankovo
  • i tradizionali vestiti di panno della Slavonia e della Sirmia, prodotti artigianalmente dalla bottega di Stjepan Belić di Antin (Vinkovci)
  • l’arte di costruire e suonare le pive (gajde e dude) della Croazia orientale e centrale 
  • l’arte di realizzare una sorta di “mastruca”, una giacca smanicata fatta di pelle 
  • l’arte di creare acconciature femminili tradizionali nelle regioni della Slavonia, Baranja e Sirmia
  • l’arte di ricamare con fili d’oro (Slavonia orientale)
  • l’arte di suonare la tambura samica (strumento trad. a corde), Slavonia
  • l’arte di colorare e decorare le zucchine in Slavonia