Ente per il Turismodella Contea di Vukovar e della Sirmia

   

Produttori di kulen

Il kulen (o kulin) della Slavonia è un prodotto tipico della Croazia a indicazione geografica protetta, nato dall’asciugatura e dall’affumicatura del budello del maiale riempito con ottima carne di maiale sapientemente condita, in particolare con la paprika rossa macinata. Annoverato tra i beni del patrimonio culturale della Repubblica di Croazia meritevoli di tutela, del kulen si conoscono tante ricette quante sono le aree, i paesi e i produttori che si cimentano nella sua produzione. Nella Slavonia e nella Sirmia, ossia nelle aree più orientali della Croazia, il kulen viene tradizionalmente preparato senza l’aggiunta di grassi. Quel suo aspetto “marmoreo” è dovuto alla reticella di spago che lo contiene e che deve potersi separare facilmente dalla carne contenuta nel budello. Tra gli ingredienti del kulen casereccio non ci sono né nitrati, né conservanti, né additivi. Per la sua produzione si utilizzano soltanto i migliori tagli del maiale, con preferenza per le carni di una razza autoctona della Slavonia, un maiale nero i cui grassi conferiscono al kulen qualità e consistenza straordinarie. La carne va finemente macinata o sminuzzata e condita con un mix di paprika macinata dolce e piccante, aglio e sale. Dopo di che, segue una stagionatura lunga quasi sei mesi.

Uno dei segreti della qualità del miglior kulen riposa senz’altro nella bontà della paprika, che va essiccata con un procedimento naturale che le consenta di conservare tutti gli oli eterici che conferiscono al prodotto quella pienezza di sapore e quel bel colore rosso scuro tipico dei migliori kulen.

Il kulen è una delizie tipiche non solo di ogni agriturismo o OPG dell’area, ma anche di ogni ristorante o trattoria che proponga la tradizionale cucina della Slavonia e della Sirmia.

I sapori della Sirmia e della Slavonia

“I sapori della Sirmia e della Slavonia” è un progetto nato dalla collaborazione tra esercenti della ristorazione, l’associazione dei cuochi della Contea di Vukovar e della Sirmia e alcuni esperti come Ljubica Gligorević, studiosa di etnografia del Museo civico di Vinkovci, e Maja Žebčević Matić, studiosa di etnologia presso ilMuseo civico di Požega. Al progetto partecipano attivamente ben otto strutture ristorativo – ricettive (agriturismi, alberghi e ristoranti) che operano sotto un riconoscibilissimo marchio (logo) e in base a un offerta ristorativa e turistica predefinita. Le strutture coinvolte nel progetto sono: Villa Lenije -Vinkovci, ristorante Orion – Vinkovci, hotel Lav – Vukovar, hotel Dunav – Ilok, Iločki podrumi – Ilok, Acin salaš (agriturismo) – Tordinci, ristorante Aquarius – Bošnjaci, ristorante Gondola – Sotin. Il progetto ha lo scopo di far avvicinare la clientela alla gastronomia della Contea di Vukovar e della Sirmia, abbandonando il cliché del menù standardizzato. Quando parliamo dei cibi autoctoni, alludiamo all’offerta di specialità della tradizione, sviluppata e presentata da ciascuna struttura in maniera autonoma secondo lo spirito che anima il progetto “I sapori della Sirmia e della Slavonia”.